Giorgio non ride – una storia in 99 parole

Giorgio non ride – una storia in 99 parole

Dario è vittima delle violenze di un bullo nel cortile della scuola, davanti a tutti i suoi compagni di classe.
Giorgio, il suo caro amico, sarà l’unico a non ridere per le prepotenze del ragazzo, e per questo subirà delle conseguenze molto gravi.

“Bullismo frutto di una cultura che esalta prepotenza e furbizia”

“Bullismo frutto di una cultura che esalta prepotenza e furbizia”

Spiega la psicologa: «Spesso i bulli provengono da sistemi familiari caratterizzati da relazioni difficili e disfunzionali, da stili educativi coercitivi e violenti. Questi ragazzi sono figli anche di un contesto culturale che esalta la forza fisica, l’aggressività, il potere».

“Maestra, non voglio aver paura dei bulli”

“Maestra, non voglio aver paura dei bulli”

“Penso che il bullismo sia un modo per pensarsi grandi e forti, senza esserlo”. “Per me il bullismo è una forma di debolezza, quando qualcuno non si sente ascoltato se la prende con gli altri bambini”. “Io ho paura dei bulli, anche se penso che il problema sia loro, non mio”.

J. K. Rowling e la magia scaccia-bulli

J. K. Rowling e la magia scaccia-bulli

Joanne Murray, nata Rowling e famosa in tutto il globo come J. K. Rowling, ha a cuore il tema del bullismo, o meglio, ha a cuore le vittime del bullismo e aborrisce i loro carnefici. Hogwarts è una scuola magica, e come in ogni scuola ci sono i bulli.